Impianto di
trattamento recupero
e stoccaggio



I rifiuti speciali non pericolosi di provenienza industriale, commerciale e delle aziende agricole, una volta conferiti presso il nostro impianto, sono soggetti ad una accurata selezione manuale allo scopo di essere avviati alle specifiche operazioni di trattamento. La cernita favorisce esponenzialmente il recupero di notevoli quantitativi di materiale come carta-cartone, plastica, polistirolo, legno. Queste operazioni sono effettuate nell'osservanza delle disposizioni di legge in materia di recupero e riutilizzo di materie prime seconde. L'obiettivo è quello di limitare i quantitativi di materiale destinato allo smaltimento finale.

Grazie alle autorizzazioni conseguite e all'impiego della macchina compattatrice, effettuiamo, dopo un attenta selezione/cernita, l'attività di compattazione (riduzione volumetrica) sui codici Cer 020104 - 150102 - 150101 - 191204. Il rifiuto o il materiale recuperato (conforme alla normativa tecnica di settore) viene caricato nella tramoggia e, cadendo all'interno delle pareti della pressa, viene legato con filo di ferro ed espulso imballato pronto per essere depositato nell'apposita area di stoccaggio.

L'impianto di stoccaggio è autorizzato a trattare fino a 12.500 tonnellate l'anno di rifiuti non pericolosi. L'area adibita alla messa in riserva è scrupolosamente attrezzata con cassoni e celle dedicate a tale attività. Le tipologie di rifiuti ammesse alla messa in riserva (R13) sono le seguenti:



Chiedi informazioni